Home

EDITORIALE: Rinnovarsi, come?

EDITORIAL: How renew themselves?

Lanfranco Rosati

Università degli Studi eCampus, Via Isimbardi, 10, Novedrate, Italia

lanfranco.rosati (at) uniecampus.it


Dopo dieci anni di esperienza scientifica, la rivista Vega Journal considerata leader nella graduatoria per le Scienze Umane e Sociali ( http://bit.ly/1MxFNpE ), passa di mano.

Allora fu la prima a scegliere la pista online, oggi privilegiata dal ranking internazionale per le valutazioni. Questa priorità ci onora e rende ancora più rilevante il passaggio nelle mani di due vivaci intelligenze che hanno saputo orientare la dimensione internazionale della rivista, accreditata soprattutto dalle Università Spagnole, Statunitensi, Francesi, Canadesi e, naturalmente nazionali (http://bit.ly/1mh3DRo ).

Come fondatore e responsabile di un decennio, so che molte cose sono cambiate anche all’interno delle Istituzioni Educative e Formative. Se prima avvertivamo la necessità di porre in evidenza tematiche coinvolgenti e di pertinente attualità, oggi l’attenzione al Fare, che pure presuppone il Sapere, è affidata a ricerche con una metodologia ben acclarata.

Questo numero della rivista offre già un campionario interessante, destinato ad orientare l’attività del settore.  Enrico Bocciolesi ha consolidato un’incisiva presenza nel panorama pedagogico e didattico dei paesi soprattutto dell’ America Latina e ha intessuto rapporti di grande valore con le maggiori Università Spagnole ed Europee. Vega Journal difatti è una rivista internazionale che si avvale di autori conclamati per il rigore scientifico, di comitati di revisori anonimi in stretto e consolidato partenariato con l’Università di Jaen, oltre alla stretta e continua collaborazione con il network universitario composto da oltre 50 Università ( http://universidadeslectoras.org/ ), rappresentanti di oltre 11 paesi che convergono scientificamente sulla rivista e sui criteri di merito e valutazione.

Agnese Rosati, filosofa dell’educazione esplora i territori scientifici che legittimano ogni innovazione nel panorama intellettuale dei paesi occidentali attingendo principi e fondamenti dalla storia dell’educazione e dalla lunga tradizione pedagogica.

Molto spazio è lasciato alla ricerca neuro scientifica, non per soddisfare quella che taluno ha definito “Neuromania”, piuttosto per sottolineare, via via le grandi scoperte che vengono fatte sul funzionamento del cervello come regolatore del comportamento umano.

 

Tanto basta per accrescere il nostro sentimento di fiducia e per sostenere la grande scommessa che persegue l’attività della rivista.

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information